Abitudini linguistiche

Carlo e Romeo Ciò che colpisce qualsiasi visitatore è la sensazione che Cantone sia rappresentato da un’unica famiglia; in effetti tutti i cantonesi tengono molto a sentirsi parte del gruppo e ciò si nota nell’uniformità di alcuni comportamenti e usanze. Un aspetto di questa tendenza è il modo di parlare. Qui, come quasi ovunque in Italia, si sono stratificati nei secoli accenti, modi di dire e terminologie locali. È un dialetto fatto più di espressioni colorite che di una lingua alternativa con cui comunicare. Anche coloro che hanno lasciato Cantone e ora vivono altrove (vogliamo chiamarli emigrati?), riprendono rapidamente a parlare in questo dialetto non appena ritornano qui, anche per un breve periodo. A quanto pare è necessità di tutti, giovani e meno giovani, appartenenti all’uno o all’altro ceto sociale “tornare alle origini” per non sentirsi “diversi” e quindi spaesati. Eccovi qualche esempio che servirà ad illustrare lo spirito e la "mentalità" del paese.

Modi di dire       Formule di saluto       Soprannomi